<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1613530318929908&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

730 precompilato e dentisti: la procedura di invio dei dati

In quest'articolo descriviamo la procedura per l'invio dei dati al Sistema TS, ai fini del 730 precompilato. I soggetti indicati nell'art. 3, comma 3 del decreto 175/2014 (tra cui gli iscritti all'albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri), sono tenuti a inviare tutte le spese sostenute dei pazienti, entro il 31 gennaio dell'anno successivo all'emissione delle fatture. Ecco le istruzioni per i dentisti.

PASSO 1: OTTENERE LE CREDENZIALI DI ACCESSO AL SISTEMA TS.

Per prima cosa, il dentista deve richiedere le credenziali di accesso al Sistema TS, a meno che le abbia già. Le credenziali possono essere ottenute in due modi:

  1. sul sito www.sistemats.it. Le credenziali saranno poi inviate all'indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata) del dentista. Quindi, nel caso in cui non si abbia un indirizzo PEC, bisogna richiedere le credenziali in altro modo;
  2. presso la competente sede provinciale dell’Ordine dei Medici.

Dopo aver ottenuto le credenziali di accesso, il dentista può accedere all’area riservata del sito www.sistemats.it, cliccando in alto a destra su “Accesso con Credenziali”.

Accesso con credenziali al Sistema TS

PASSO 2: INVIARE LE SPESE DEI PAZIENTI AL SISTEMA TS.

Dopo aver ottenuto le credenziali di accesso, il dentista è pronto a effettuare l'invio delle spese dei pazienti al Sistema TS, che poi le girerà all'Agenzia delle Entrate per il 730 precompilato. Il primo invio, relativo alle spese del 2015, deve essere effettuato entro il 31 gennaio 2016. Le possibili modalità di invio sono tre:

  1. Applicazione web del Sistema TS: sul sito www.sistemats.it, il dentista può usare la funzione “Gestione del documento di spesa”, per inserire, cancellare o modificare i documenti fiscali contenenti le spese sostenute dai propri pazienti;
  2. Delega: il dentista può delegare l’invio a un soggetto terzo. Il soggetto delegato deve essere in possesso di un’abilitazione come intermediario fiscale (ad es. il commercialista), e di un indirizzo PEC. Anche nel caso in cui decida di delegare l’invio, il dentista rimane comunque responsabile dei dati inviati. Per delegare un soggetto terzo, il dentista deve accedere all'area riservata sul sito www.sistemats.it con le sue credenziali e poi utilizzare la funzione "Gestione deleghe";
  3. Software gestionale: il dentista che utilizza un software gestionale, può automatizzare l’invio dei dati al Sistema TS, a patto che il software sia provvisto di un’apposita funzione per svolgere la procedura. L’invio dei dati tramite software gestionale può essere “sincrono” (un documento fiscale alla volta), o “asincrono” (più documenti fiscali raccolti in un file Xml, in formato compresso .zip).

PASSO 3: VERIFICARE L'ESITO DELL'INVIO.

Dopo aver effettuato l’invio dei dati, il Sistema TS comunica al dentista l’esito dell’invio in formato .pdf. Se non ci sono errori, il Sistema TS gira i dati all'Agenzia delle Entrate, che userà questi dati per il 730 precompilato del paziente. Nel caso in cui invece ci siano errori, il Sistema TS invia al dentista un file .csv con l'evidenziazione degli errori riscontrati. Le comunicazioni degli esiti di tutti gli invii effettuati sono visualizzabili sul sito www.sistemats.it o tramite il proprio software gestionale.

Sezione AlfaDocs Academy sul Sistema TS

***

Disclaimer: le informazioni riportate in questo post, sono riprese dai documenti ufficiali pubblicati sul sito www.sistemats.it, o da altre fonti, sempre specificate. Ad ogni modo, AlfaDocs non rappresenta una fonte ufficiale sull'argomento. Pertanto, oltre a leggere e commentare i nostri post, consigliamo sempre di consultare il Sistema TS, chiamando il numero verde 800 030 070.

Dai un'occhiata anche a questi:

Commenti

22 Commenti