<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1613530318929908&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Obbligo di tracciabilità dei pagamenti: le novità del 2020

Dal 1°gennaio 2020 stop alle spese in contanti per usufruire delle detrazioni fiscali.

Il 1° gennaio 2020 è entrato in effetto l’obbligo della tracciabilità al fine della detrazione fiscale (Art.1, commi 679 e 680 della Legge 27 dicembre 2019 n. 160). Per chiarezza ricordiamo che il Decreto Milleproroghe 2020 non contiene alcuna proroga al suddetto obbligo, quindi la data cui fare riferimento rimane il 01/01/2020!

A partire da questa data è possibile detrarre il 19% delle spese mediche solo se pagate con una modalità di pagamento tracciabile (bancomat, carta di credito, bonifico, assegno ecc.) e NON attraverso pagamento in contanti.
Il paziente potrà comunque effettuare il pagamento in contanti, nel limite indicato per legge (fino a €2.000,00 a partire dal 1°luglio 2020 che scenderanno fino a €1.000,00 a partire dal 1°gennaio 2022), ma non potrà poi detrarre la spesa sostenuta nella propria dichiarazione dei redditi.

L’obbligo di pagamento con metodi tracciabili non è applicato in strutture pubbliche o private accreditate con il SSN, in questo caso sarà ancora possibile detrarre tali spese anche se pagate in contanti.

Cosa cambia nelle fatture e negli invii al Sistema TS?

In fattura, così come nel documento da inviare al Sistema TS, va inserita la dicitura:
Utilizzo di strumenti di pagamento tracciato = SÌ oppure NO
Sì: in caso di pagamento con Carta di Credito/Debito, bonifico, assegno...
No: in caso di pagamento in contanti.

Continua a leggere

Dentista Manager e software in cloud: intervista a Gabriele Vassura

Oggi il nostro blog ospita un'intervista a Gabriele Vassura di Dentista Manager. Gabriele è un Medico Chirurgo-Odontoiatra di Milano, che circa 10 anni fa ha dato inizio al suo Blog dentistamanager.it e che da tempo tiene dei corsi di Controllo di Gestione degli studi odontoiatrici.

Continua a leggere

Quali sono le sanzioni previste dal GDPR e come proteggersi

Con l’applicazione del nuovo regolamento europeo sulla privacy GDPR, le preoccupazioni maggiori per gli studi medici e odontoiatrici si concentrano sulle sanzioni in caso di mancata conformità alle nuove regole sul trattamento dei dati all’interno del proprio studio.

Continua a leggere

GDPR e fatturazione elettronica: nuove regole per studi medici e odontoiatrici

GDPR e fatturazione elettronica sono le principali novità normative del 2018 per gli studi medici-odontoiatrici, novità che apporteranno cambiamenti sostanziali nell’organizzazione del lavoro in studio e soprattutto nella gestione dei dati dei pazienti.

Continua a leggere

A norma di GDPR con un software in cloud?

In questo articolo capiremo come mantenere lo studio medico e odontoiatrico a norma con l’applicazione della nuova legge sul trattamento dei dati personali GDPR, grazie  un software gestionale in cloud.

Il nuovo regolamento porta con sé nuovi obblighi e adempimenti, che si riflettono in altro tempo speso per revisionare la gestione dei dati e, soprattutto, in costi per le consulenze tecniche.

Tuttavia, per restare a norma di GDPR non occorrono competenze approfondite, ma soltanto strumenti informatici efficaci che rispettino le disposizioni.

Continua a leggere

Nuova legge GDPR sulla privacy per medici e dentisti: domande frequenti

Il nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali (GDPR)  entra in vigore il 25 maggio 2018. In questo articolo raccogliamo una serie di domande frequenti su quali saranno i cambiamenti effettivi nel lavoro degli studi medici e odontoiatrici.

Continua a leggere

Nuova legge sulla privacy 2018 (GDPR): essere in cloud fa la differenza

La nuova legge sulla privacy 2018, ovvero il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati (GDPR), sarà applicato a partire dal 25 Maggio 2018. Questo significa che chi conserva dati personali, di tipo clinico, fiscale o di altra natura, dovrà essere conforme a nuove regole.

Continua a leggere

Rc professionale e prezzi: con la Legge Gelli cambia il mercato

Inserire il riferimento della Rc professionale nell'intestazione del preventivo rientra nei nuovi obblighi della Legge Concorrenza per gli studi odontoiatrici e professionali. Eppure per l'odontoiatra non si tratta soltanto di inserire una riga di testo, ma affrontare una spesa considerevole da aggiungere a tutti i costi dello studio.

Continua a leggere

Niente Spesometro per l’Agenzia delle Entrate: il Sistema TS è sufficiente

Niente Spesometro per gli studi odontoiatrici, è sufficiente l’invio delle fatture al Sistema TS. L’Agenzia delle Entrate ha accolto le richieste dell’ANDI riguardo alla scadenza del 28 settembre, annullando l’adempimento per i dentisti e i professionisti dell’ambito sanitario.

Continua a leggere

Preventivo obbligatorio per odontoiatri: meglio l'uovo o la gallina?

Il preventivo per odontoiatri e professionisti diventa obbligatorio: con l'entrata in vigore della Legge Concorrenza anche i dentisti dovranno presentare il loro compenso ai clienti in forma scritta o digitale, ma questa non sarà l’unica novità.

Continua a leggere
1 2